domenica, Dicembre 3

Tag: unione europea

L’ANAIC CONDANNA LA RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO CONTRO CUBA
EDITORIALE

L’ANAIC CONDANNA LA RISOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO CONTRO CUBA

di Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba L’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba (ANAIC) condanna risolutamente l’adozione dell’ennesima grave e pretestuosa risoluzione contro Cuba da parte del Parlamento europeo, che ancora una volta ha perso un’importante occasione per mostrare di avere una capacità di decisione politica autonoma, piegandosi invece supinamente ai diktat e alla propaganda degli Stati Uniti. Oggi, 12 luglio 2023, l’Eurocamera ha infatti approvato (con 359 voti a favore, 226 contrari e 50 astensioni) un testo “sulla situazione dell’accordo di dialogo politico e di cooperazione UE-Cuba alla luce della recente visita dell’alto rappresentante nell’isola – 2023/2744(RSP)”, contenente una grande quantità di menzogne, accuse infondate, diffamazioni e ...
USA E EUROPA A PECHINO… GLI USA RICEVUTI, I NOSTRI  LECCAPIEDI NO! E BORRELL RESTA FUORI AL FREDDO E AL GELO
Dittatura borghese, EDITORIALE, MONDO, POTERI FORTI

USA E EUROPA A PECHINO… GLI USA RICEVUTI, I NOSTRI LECCAPIEDI NO! E BORRELL RESTA FUORI AL FREDDO E AL GELO

Josep Borrell, uno che sa come distruggere l'Europa di Redazione Piero Orteca giornalista, analista e studioso di politica estera, già visiting researcher dell’Università di Varsavia, borsista al St. Antony’s College di Oxford, ricercatore all’università di Maribor, Slovenia. Notista della Gazzetta del Sud responsabile di Osservatorio Internazionale, ci spiega le ragioni di uno sgarbo diplomatico, fatto dalla Repubblica popolare di Cina all'emissario dell'Unione Europea, Josep Borrell, a cui hanno chiuso pesantemente le porte in faccia e non in senso metaforico. I cinesi hanno con determinazione riufiutato di riceverlo facendo saltare un appuntamento con il ministro degli Esteri, Qin Gang, programmato la prossima settimana. Mentre hanno ricevuto in pompa magna, la ministra del T...
[In altre parole] SVALUTAZIONE DELL’EURO: crisi, errori e perdita di fiducia in UE
MONDO

[In altre parole] SVALUTAZIONE DELL’EURO: crisi, errori e perdita di fiducia in UE

di Fabio Parenti tratto da Radio Cina Internazionale La guerra in Ucraina ha aggravato la spinta inflazionistica in Europa, già registratasi nel corso del 2021 a causa della ripresa post-pandemica e dei piani di decarbonizzazione definiti al livello nazionale ed internazionale. Lo stop di Bruxelles al petrolio e al carbone russi, nonché le riduzioni nelle forniture di gas, hanno impresso, più recentemente, un’ulteriore impennata dei prezzi medi alla produzione e al consumo, così come altri effetti determinati da una serie di altre sanzioni contro la Russia. Tutto sembra remare verso una nuova recessione in Europa, da qui a pochissimi mesi. Il combinato distruttivo di una serie di shock, aggravati dalle conseguenze della guerra, ha colpito ovviamente anche la tenuta della valuta comune....