sabato, Dicembre 9

Tag: cina

L’ECONOMIA DI GUERRA /5 – L’AUMENTO DELLE TENSIONI E DELLE SPESE MILITARI NELLO SCACCHIERE ASIA PACIFICO
EDITORIALE, MONDO

L’ECONOMIA DI GUERRA /5 – L’AUMENTO DELLE TENSIONI E DELLE SPESE MILITARI NELLO SCACCHIERE ASIA PACIFICO

di Andrea Vento* Lo scacchiere Asia-Pacifico, comprendente, al netto del Medio Oriente, Asia ed Oceania, a causa delle crescenti tensioni geopolitiche in atto da ormai un decennio, è divenuta da alcuni anni la seconda macroregione terrestre per spese militari raggiungendo, nel 2022, i 575 miliardi di $, dietro solo al Nord America, primo con 904 miliardi, nel cui contesto gli Stati Uniti coprono ben il 98% del totale. La poco confortante corsa al riarmo dell'area Asia-Pacifico è testimoniata dai dati del Sipri (tabella 1) i quali evidenziano il più cospicuo aumento delle spese militari nel decennio 2013-22 fra le macroregioni terrestri, ben il 48%, con l'Europa seconda al 38%, non causalmente l'altro principale teatro di scontro degli Stati Uniti per il mantenimento della sua decli...
L’ECONOMIA DI GUERRA/3
Dittatura borghese, EDITORIALE, MONDO, POTERI FORTI

L’ECONOMIA DI GUERRA/3

di Andrea Vento* L'economia di guerra nei Paesi direttamente coinvolti nel conflitto in Ucraina A partire dal febbraio 2022, l'escalation del conflitto in Ucraina ha finito per coinvolgere a vario titolo nello sforzo bellico, oltre ai contendenti "ufficiali", anche un consistente numero di Paesi. Nella nostra analisi abbiamo individuato tre tipologie di Paesi: i belligeranti (Russia, Ucraina e Repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk), i co-belligeranti che sostengono i primi due militarmente, finanziariamente e con attività di intelligence (soprattutto l'Ucraina da parte dei Paesi della Nato) e la restante maggioranza degli Stati, corrispondenti all'incirca a coloro che non hanno aderito alle sanzioni contro la Russia, che continuano a commerciare in genere con entrambi i bloc...
L’ARTE DELLA GUERRA
EDITORIALE

L’ARTE DELLA GUERRA

di Sun Tzu Concludiamo le pubblicazioni dei classici del comunismo con un testo di altra provenienza, ma di grande attualità: L'arte della Guerra, il testo di strategia più antico pervenutoci al quale il nome di Sun Tsu è indissolubilmente legato. Non si conoscono il luogo e la data della sua morte, le notizie sulla sua vita sono discordanti, tanto che un numero crescente di studiosi tende a mettere in dubbio che sia esistito, avanzando l’ipotesi che si tratti in realtà di una figura dai contorni leggendari, costruita ad arte nel momento in cui l’opera era ormai diventata celebre. L'opera potrebbe essere frutto della compilazione discontinua di discepoli di prima o seconda generazione che raccolsero e rielaborarono in modo non sempre debito gli insegnamenti di saggi che, come ne...
L’AFRICA FRANCOFONA RICUSA LA FRANCIA PUNENDOLA DEI 12 ANNI DI TRADIMENTI
Dittatura borghese, EDITORIALE, MONDO, POTERI FORTI

L’AFRICA FRANCOFONA RICUSA LA FRANCIA PUNENDOLA DEI 12 ANNI DI TRADIMENTI

di Thierry Meyssan 12 settembre 2023 In politica nulla avviene per caso. I francesi non capiscono perché gli africani francofoni improvvisamente li respingano. Si consolano accusando la Russia di oscure macchinazioni. In realtà stanno cogliendo i frutti di quanto seminato in 12 anni. Ciò che accade non ha nulla a che vedere con il colonialismo e la Françafrique.È esclusivamente conseguenza della subordinazione delle forze armate francesi alla strategia statunitense. Di fronte all’ondata di cambiamenti di regime nell’Africa francofona i media francesi sono stupefatti. Non riescono a comprendere il rigetto della Francia. I ritornelli stantii sullo sfruttamento coloniale non convincono per nulla. Per esempio, si sottolinea che Parigi sfrutta i giacimenti di uranio del Nig...
INAUGURATA IN CINA MEGACENTRALE IDRO-SOLARE
MONDO

INAUGURATA IN CINA MEGACENTRALE IDRO-SOLARE

di Redazione A 4.600 metri sul livello del mare è stata inaugurata domenica scorsa a Kela, nella provincia di Sichuan, la prima fase della più grande (e a più alta quota per il suo genere) centrale idro-solare del mondo, secondo quanto comunicato dall’operatore State Development and Investment Corp. Con una capacità installata di un milione di kilowatt la prima fase della centrale solare di Kela raggiunge una capacità di generazione annuale di due miliardi di kilowattora (kWh), che equivale a 600.000 tonnellate di carbone standard e ridurrà le emissioni di anidride carbonica di oltre 1,6 milioni di tonnellate, ha dichiarato la società. Il bacino idroelettrico serve per accumulare energia solare quando la produzione supera la capacità di assorbimento della rete, per essere...
VIA DELLA SETA A CONFRONTO CON PGII, IL PARTENARIATO INFRASTRUTTURALE DEGLI USA
CAPITALE&LAVORO, EDITORIALE

VIA DELLA SETA A CONFRONTO CON PGII, IL PARTENARIATO INFRASTRUTTURALE DEGLI USA

da OttolinaTv https://fb.watch/l1QHXHXkDa/ Chi sta vincendo la guerra economica tra Cina e Usa? Secondo i giornali italiani come "La Repubblichina" la Cina sta annaspando e si sta chiudendo in un granitico isolamento, e sta anche rinchiudendo i paesi che hanno aderito alla nuova via della seta nella "trappola del debito". Ma i numeri e le notizie raccolte da OttolinaTv ci mostrano una realtà ben diversa e anche che la Cina non può essere semplicemente classificata come capitalismo rampante.
IL DISCORSO DI XI JINPING IN APERTURA DEL VERTICE CON 5 PAESI DELL’ASIA CENTRALE
EDITORIALE, MONDO

IL DISCORSO DI XI JINPING IN APERTURA DEL VERTICE CON 5 PAESI DELL’ASIA CENTRALE

di Redazione da www.facebook.it Il 18 e 19 maggio a Xi'An (antica Chang'an capoluogo dello Shaanxi, punto di partenza dell’antica Via della Seta) il presidente Xi Jinping ha ospitato il primo vertice Cina-Asia centrale con i leader di 5 ex repubbliche sovietiche dell’Asia centrale (Kazakistan, Kirghizistan, Tagikistan, Uzbekistan e Turkmenistan). Ecco una sintesi del discorso di apertura del presidente cinese ai lavori del summit: In primo luogo dobbiamo rafforzare la struttura istituzionale. Abbiamo istituito meccanismi di incontro su affari esteri, economia, commercio e dogane, nonché un consiglio per gli affari economici. La Cina ha anche proposto di istituire meccanismi di incontro e dialogo su industria e investimenti, agricoltura, trasporti, risposta alle emergenze, ist...
GLI STATI UNITI  AVREBBERO SGANCIATO LE BOMBE ATOMICHE DURANTE LA GUERRA FREDDA. DECLASSIFICATI GLI OBIETTIVI
Dittatura borghese, EDITORIALE, MONDO, POTERI FORTI

GLI STATI UNITI AVREBBERO SGANCIATO LE BOMBE ATOMICHE DURANTE LA GUERRA FREDDA. DECLASSIFICATI GLI OBIETTIVI

Dopo 59 anni, nel 2015, sono stati declassificati da parte del National Security Archive www.nsarchive.org gli elenchi degli obiettivi - tutti in paesi comunisti - dove gli Stati Uniti erano pronti a sferrare attacchi nucleari. Le chiamavano "dittature comuniste" ma nel periodo della guerra fredda erano molte le dittature fasciste (il Portogallo, la Spagna, la Grecia, molti paesi latino americani) che però non correvano nessun rischio di bombe atomiche statunitensi sulla loro testa. E questa la chiamano la più grande democrazia del mondo... di William Burr https://nsarchive2.gwu.edu/nukevault/ebb538-Cold-War-Nuclear-Target-List-Declassified-First-Ever/ Elenchi di obiettivi nucleari della Guerra Fredda degli Stati Uniti declassificati per la prima volta Washington, D.C., 22 d...
“MESSAGGIO A PECHINO: le navi italiane in rotta per il Pacifico”
DISINFORMAZIA, EDITORIALE

“MESSAGGIO A PECHINO: le navi italiane in rotta per il Pacifico”

di Carlo Rovelli L'intervento del fisico Carlo Rovelli dal palco del concerto del 1° maggio, ha provocato molte reazioni scomposte nella destra fascista al governo. Il senso delle sue considerazioni è stato stravolto, utilizzando le solite tecniche di ridicolizzare chi parla, estrarre solo una parte del discorso e soprattutto non rispondere alle questioni poste, che sono molte e molto gravi. Come per esempio: siamo proprio sicuri che gli italiani vogliano (e possano) minacciare la Cina con una portaerei? Evidentemente il mio intervento del primo maggio ha dato fastidio: sono piovuti articoli di critica veementissima. (Il ministro della Difesa deve avere fatto telefonate molto concitate, chiedendo di essere difeso). Ho letto con stupore estese analisi di un presunto “Rovelli pens...
SEMINARIO GUERRA E MONDO MULTIPOLARE. IMPATTO E PROSPETTIVE
EDITORIALE, Eventi

SEMINARIO GUERRA E MONDO MULTIPOLARE. IMPATTO E PROSPETTIVE

Riceviamo e pubblichiamo Guerra e mondo multipolare: impatto e prospettive FORUM – SABATO 15 APRILE H: 9:00 TAVOLA ROTONDA – DOMENICA 16 APRILE H: 9:00 Si svolge nella sala virtuale di ZOOM Per richiedere il link di accesso, compilare il format all’indirizzo https://bit.ly/3JUL7fq INFO: www.marx21.it www.marx21books.com Programma [l’orario di qualche relatore potrebbe essere cambiato. In caso di variazioni sarà reinviato il programma definitivo]  SABATO 15 APRILE ore 9:00 Francesco Maringiò, Presidente dell’associazione Marx21 Introduzione ai lavori Sezione I L’Occidente e la guerra Presiede Marina Alfier, associazione Marx21 Ore 9:20 Marco Pondrelli, direttore di marx21.it Aspetti generali del coinvolgimento di U...