mercoledì, Settembre 27

ANDREA PURGATORI, INDAGINE PER OMICIDIO COLPOSO

di Redazione

L’intervista a Nino Di Matteo. sostituto procuratore, per la trasmissione “Speciale Atlantide – 1993-2023 – Dietro le stragi di mafia (talpe, complici e vuoti a perdere)

La famiglia del giornalista Andrea Purgatori, deceduto a Roma il 19 luglio a 70 anni, ha presentato una denuncia per sospette cure sbagliate. La Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine per omicidio colposo in relazione alla morte del giornalista. I pm di Roma disporranno l’autopsia e acquisiranno le cartelle cliniche: gli atti istruttori serviranno ad accettare se la diagnosi e le conseguenti cure siano state corrette ed adeguate. I familiari chiedono in particolare che venga accertato se la cura di radioterapia, a cui Purgatori era sottoposto per un tumore ai polmoni, sia frutto di una diagnosi errata e abbia quindi accelerato la sua morte. Purgatori era stato in cura in una nota clinica romana, mentre il decesso è avvenuto in ospedale.

Bene ha fatto la famiglia a chiedere che venga eseguita l’autopsia, in modo da fugare ogni dubbio su ciò che è accaduto a un giornalista che sicuramente si può definire “un pistarolo”, molto ben informato e con grande capacità di connettere i fatti. Se è stato tutto regolare si elimineranno i sospetti per la rapidità del decorso della malattia. In ogni caso alla famiglia conviene verificare la densità delle presenze massoniche tra i medici che lo hanno avuto in cura.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: