mercoledì, Settembre 27

GLI USA E LA NATO SCHIERANO IN EUROPA 150 BOMBE NUCLEARI TATTICHE IN PIU’ E POI CI RACCONTANO CHE E’ LA RUSSIA CHE AGGREDISCE

Joe Biden non può e non deve disporre delle nostre vite

di Redazione

Sono otto anni che USA/NATO stanno preparando l’arrivo in Europa di 150 bombe nucleari tattiche B-61 modello 12. Infattti tutte le piste, le infrastrutture, i perimetri di sicurezza e i bunker delle basi europee sono state potenziate. Tutti lavori cominciati nel 2015 quando gli USA/NATO hanno messo le mani sull’Ucraina nel 2014.

Il massocapitalista criminale di guerra, Joe Biden, ha deciso senza dirlo a nessuno di anticipare di oltre un anno lo schieramento in Europa di altre 150 bombe nucleari. Il bugiardo Biden poi va dicendo che lui ci vuole difendere. No, lui vuole la guerra, vuole eliminare contemporaneamente l’Europa e la Russia dallo scenario geopolitico e poi passare ad aggredire la Cina comunista, l’obiettivo strategico dei massoni made in USA.

E chi stanno usando per realizzare il loro criminale progetto? L’Ucraina, la vittima sacrificale. Lo stesso giochino lo fecero con la Germania, foraggiando i nazisti contro la Russia. Infatti gli Stati Uniti decisero di intervenire nella seconda guerra mondiale due anni dopo il suo inizio, quando capirono che l’URSS comunista non sarebbe stata sconfitta, ma che avrebbe vinto la guerra. Allora occuparono, invadendola, metà dell’Europa. Altro che liberatori.

Quali sono le novità nella strategia USA/NATO? In primo luogo è che solo gli Stati Uniti deterranno i codici di attivazione delle nuove testate che subentreranno alle varianti mod. 3 e mod. 4, già schierate in Europa, a partire da dicembre. Poi che i Paesi coinvolti non sono solo Belgio, Germania, Italia, Olanda e Turchia, ma anche la Grecia farà parte della banda degli assassini globali.

Ogni paese dovrà contribuire mettendo a disposizione piloti e aerei, dai cacciabombardieri F-16 ai Tornado e, dal 2024, gli F-35. Chi avrà il comando esclusivo di tutti gli armamenti europei? Gli USA/NATO. Noi paghiamo, moriamo ma non contiamo nulla nelle decisioni operative. In culo alla democrazia…

Per i massoni statunitensi mettere in Europa 480 bombe B-61/12 e trasformarci nel primo bersaglio russo è un’estensione della democrazia.

Tutta questa disastrosa situazione può essere evitata lottando realmente per la pace facendo dell’Europa il terreno di lotta per la nostra sovranità, mandando a casa tutti i governi che si piegano ai desiderata statunitensi e della NATO, che deve essere smantellata.

Solo creando una società socialista/comunista in Europa, che si doti di una vera laica e repubblicana Costituzione che metta al centro la pace e il disarmo, si può giungere ad estendere, la cooperazione tra i popoli.

Via i militari USA dall’Europa.

Basta con le menzogne sulla guerra e sui comunisti sui media massocapitalisti.

Via i politici dal governo e dal Parlamento non in linea con l’articolo 11 della Costituzione e a favore delle guerre, compresa quella in Ucraina.

Chiudere la NATO non è un reato ma un atto di giustizia e di vera pacificazione tra le nazioni.

Per un’Europa neutrale, denuclearizzata e pacifica organizziamo una grande manifestazione nazionale davanti all’ambasciata Usa a Roma.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: